IL TERZO SETTORE (COOPERATIVE) NELLE ASP

Le Aziende dei servizi alle persone (ASP) sono nate dalle legge quadro 328/2000 dall’allora Ministro agli Affari Livia TURCO , e avviate dalle Regioni dal 2004 in poi,  da una trasformazione dell’EX IPAB (Legge  Crispi 1830)  questo Ente apparteneva prettamente al Sistema Sanitario Nazionale.
 Le ASP possono essere inserite in due comparti:
 Enti Locali.
 Sanitario
 o addirittura in soggetti di diritto privato.
La legge quadro del 328/2000 ha riconosciuto un ruolo fondamentale alle organizzazione del Terzo Settore (Cooperative)  negli Enti Locali.
Gli aspetti negativi dovuta a tale trasformazione che in caso di esternalizzazione da parte dell’Ente Locale a un soggetto privato (Cooperative) rischia di perdere la sua peculiarita’ e di divenire un semplice sostituto dell’Ente pubblico con un’eccessiva espansione o allargamento degli Enti di privato Sociale, e senz’altro disorienta il cittadino.
Infatti in questi anni si evince il forte ampliamento delle esternalizzazione in favore alle Cooperative , percentualmente parlando superano il 60%, mirando soprattutto il cosiddetto CORE AZIENDALE che sono  interi reparti di assistenza di base e quello sanitario alle persone non autosufficienti che risiedono in queste strutture .

Continue reading

2° Congresso Nazionale Usi Educazione

Il 15 luglio ’17, presso la sede Nazionale dell’Unione Sindacale Italiana – AIT
a MODENA in via del Tirassegno n°7,
USI-EDUCAZIONE (sindacato del settore educativo, scolastico e sociale interno all’USI-AIT) terrà il suo 2° CONGRESSO NAZIONALE (dopo quello fondativo del 21/12/14 a MILANO).
I lavori inizieranno alle 10:00 e termineranno indicativamente intorno alle 18:00 Continue reading

Sul DDL Iori/Binetti

E’ di inizio mese l’approvazione in commissione Cultura alla Camera del DDL n. 2656 Iori Binetti che regolamenta nuovamente la figura degli educatori a livello nazionale.

Il DDL delinea gli ambiti lavorativi delle due figure educative oggi esistenti: gli Educatori Sociali (Scienze dell’Educazione) e gli Educatori Professionali (Dipartimento di Medicina), a svantaggio però di questi ultimi, che si vedrebbero privati della possibilità di lavorare nei servizi socio-educativi, che diventano di esclusiva pertinenza degli Educatori Sociali e resterebbero relegati al solo ambito medico e socio-assistenziale.

Continue reading

Comunicato post sciopero 18M

Ai Sindacati di base, gruppi anarchici, alle realtà libertarie ed ai centri sociali.

Come è noto, USI-AIT congiuntamente a CUB e SI.Cobas ha indetto per lo scorso 18 marzo lo sciopero generale.

In data 19 febbraio la “Confederazione USI fondata nel 1912 e fedele ai principi dell’Ait” con una nota a firma Roberto Martelli, inviata a diversi ministeri, alle Organizzazioni datoriali e Enti/Aziende/Coop disdice questo sciopero (documento riportato in calce e rintracciabile sul loro sito). Continue reading

Ancona: se queste sono cooperative…

Quando l’etichetta non è il contenuto

Dinamica Centro Servizi Società Cooperativa Foligno Capitale sociale 383.336,18 € (2013).

Valore della produzione 7.391.654 €, utile/perdita 1.160 €. Ricavi 7.387.061 € (2013).

È la “cooperativa” che non ha assunto 2 lavoratori cimiteriali (tra l’altro svantaggiati) protetti da clausola sociale nell’appalto dei servizi cimiteriali di Senigallia dopo aver vinto, seconda classificata, una gara giocata al casinò del massimo ribasso e li ha sostituiti con due interinali flessibili a chiamata all’altrettanto massimo ribasso con la connivenza della amministrazione comunale. Continue reading